Tutto sugli Affitti, consigli e regole per una casa in affitto

Cose da sapere sull'Affitto di una Casa

Tutti coloro che desiderano affittare casa devono tenere in considerazione aspetti simili a quelli suggeriti per l'acquisto di un'abitazione; di seguito verranno elencati alcuni suggerimenti pratici per la scelta di una casa in affitto.

E ricordatevi di non farvi prendere dallo stress e dall'ansia di non riuscire a trovare qualcosa che sia conforme alle vostre idee.

Visitate la casa diverse volte, meglio se in orari disparati della giornata al fine di verificare tutti gli aspetti legati a quell'abitazione, dalla luminosità nell'arco del giorno alla rumorosità; domandate al proprietario dell'immobile lo stato degli impianti (fatevi dare conferma anche dai libretti di manutenzione) in modo tale che il proprietario non vi addebiti ipotetici danni di cui vi reputi responsabili.

A questo proposito non dimenticate di farvi sottoscrivere un verbale di consegna che esponga le condizioni di manutenzione dello stabile.

Sono peraltro molti coloro i quali preferiscono testimoniare le condizioni della casa tramite foto cosi da essere in grado di provare che i danni in questione erano precedenti alla loro entrata in casa.

Passo da non trascurare assolutamente è esigere che tutti i documenti siano in regola con la legge: il contratto di locazione deve essere registrato presso l'Ufficio del Registro o Agenzia delle Entrate del Comune di competenza.

L'inquilino deve inoltre versare al possessore dell'immobile un deposito cauzionale a garanzia che il primo faccia buon uso della casa.

Trova Casa

Controllate con molta accortezza le clausole contrattuali soprattutto quelle legate alla rescissione e alla disdetta; l'inquilino gode del diritto di rimanere nell'alloggio fino all'ultimo giorno previsto dal contratto.

In quel momento egli ha l'obbligo di restituire le chiavi (se al contrario continuasse la permanenza nell'abitazione, sarebbe costretto a pagare una mora); consigliabile effettuare un sopralluogo e firmare il verbale di riconsegna.

Ritornando all'argomento contratto, ricordate di chiedere quante più informazioni in merito al tipo, alla scadenza e all'intestatario; esistono varie forme contrattuali, qui vengono citati i principali:
- contratti di libero mercato, con durata obbligatoria di quattro anni rinnovabili per altro quattro anni;
- contratti concertati (concordati): ad uso abitativo (dalla durata di tre anni con rinnovo di due oppure di quattro anni + quattro), transitorio (dalla durata minima di un mese fino a diciotto mesi non rinnovabili) e ad uso studenti universitari (minimo sei mesi fino a un massimo di di trentasei mesi).

La legge viene altresì incontro alla maggioranza di coloro che hanno sottoscritto un contratto di locazione: a seconda delle entrate si può infatti detrarre dalla dichiarazione dei redditi una piccola parte delle spese sostenute per l'affitto.
Per il resto fate affidamento al buon senso e, perché no?, ad un pò di fortuna.